Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Domenica 11 maggio ore 10:30 presidio in piazza Arcivescovado

Postato il 11 Maggio 2013 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

Fatti non fummo a viver come bruti e….disoccupati

Domenica 11 maggio ore 1030 Presidio piazza dell’arcivescovado pisa

I lavoratori e le lavoratrici della Misericordia, insieme alle organizzazioni sindacali Cobas e Cgil Cisl Uil, hanno indetto una giornata di lotta per domenica 12 Maggio con presidio davanti all’Arcivescovado di Pisa per scongiurare il licenziamento di una quarantina degli attuali 65 dipendenti.

La situazione debitoria della Misericordia non è imputabile al personale che è vittima del debito della Associazione, un debito scaturito da operazioni immobiliari onerose e insostenibili e da una gestione finanziaria fallimentare ( per dirne una, sul terreno dove sorge l’attuale sede- in vendita- è aperto un contenzioso legale)

Siamo in lotta per

  • Impedire i licenziamenti
  • Rilanciare i servizi con un piano industriale
  • Rinnovare i contratti di solidarietà
  • Ricollocare parte del personale presso le associazioni di volontariato operanti in Provincia di Pisa, far valere nelle convenzioni del trasporto sociale e sanitario la clausola di salvaguardia occupazionale del personale

Il Vescovo è al corrente della situazione debitoria della Misericordia e il suo silenzio è inaccettabile. In questi anni avrebbe potuto e dovuto intervenire!

E’ immorale che un’alta autorità ecclesiastica taccia di fronte ai licenziamenti che getterebbero sul lastrico una quarantina di famiglie. La Misericordia non si salva solo con il volontariato che ovunque oggi vive una situazione di crisi (si va in pensione quasi a 70 anni, non c’è più tempo libero dal lavoro)

LAVORATORI E LAVORATRICI DELLA MISERICORDIA

CONFEDERAZIONE COBAS PISA

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud