Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

DEL MONDO KURDO 2014 n. 16

Postato il 14 Giugno 2014 | in Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

DEL MONDO KURDO 2014 n16

Chiediamo le nostre scuse per il ritardo…..

 

TURCHIA
 
Öcalan:nelle prossime due settimane ci saranno colloqui importanti

Il  deputato di HDP Önder ha dichiarato che nella riunione di ieri Öcalan ha detto a loro che ci sarebbero sviluppi significativi nel processo nel prossimo periodo, aggiungendo:”Questa volta ci saranno delegazioni politiche ad anche colloqui che avranno con la delegazione dello stato.Önder ha detto che Ocalan aveva elencato i principi di ‘inclusione’,fede nella politica democratica ‘e nello sviluppo

Kürkçü: Una risoluzione ha bisogno di proposte originali, non di discorsi d’incitamento all’odio

Il co-presidente del Partito Democratico del Popolo (HDP), Ertuğrul Kürkçü, ha affermato che le attuali politiche dell’AKP stanno portando morte in Turchia e in Rojava, invece di una soluzione, aggiungendo: “Se vogliamo trovare una soluzione dobbiamo prima confrontarci con omicidi del passato e i massacri”.

Comunicato Stampa del KCK

Pubblichiamo intero comunicato stampa della Co-presidenza del Consiglio Esecutivo del KCK riguardo ultimi avvenimenti in turchia il 8 giugno 2014. ” Il movimento curdo per la liberta’ e’stato in una posizione di non azione per un’anno e mezzo.L’amministrazione dell’AKP ha abusato di questa posizione come un’opportunita di costruire nuove postazioni militari,nuove dighe e nuove strade per scopi militari.

Duran Kalkan: Lice e Meskan sono diventati una scintilla per la libertà

Il Membro del Comitato Esecutivo del PKK Duran Kalkan ha valutato gli sviluppi a Lice e a Meskan, condannando gli attacchi dell’AKP sulle persone, affermando: “Quei sadici che minacciano il nostro popolo patriottico e aprono il fuoco su di loro devono rendersi conto che se insistono a farlo saranno chiamati a risponderne. Devono rendersi conto di ciò che stanno facendo.

Soldati turchi aprono il fuoco sui manifestanti a Lice, 2 morti

I soldati turchi hanno aperto il fuoco durante una manifestazione di protesta contro la costruzione di un avamposto militare a Lice, un distretto della provincia di Diyarbakir. Fonti locali affermano che almeno due persone sono state uccise e molte altre ferite. Le proteste contro la costruzione di un nuovo avamposto militare a Lice sono diventate violente oggi quando dei soldati turchi hanno aperto il fuoco.

Cemil Bayik: la politica dell’AKP si basa sul guadagnare tempo

Il co-presidente del Consiglio esecutivo del KCK Cemil Bayik ha dichiarato che politica dell’AKP e’ basata sul prendere tempo ed ha aggiunto:”Nella situazione attuale non c’e niente d’altroper il movimento di liberazione ed il popolo che intensificare la lotta”. Il co-presidente del Consiglio esecutivo del KCK Cemil Bayik ha valutato le recenti dichiarazioni delle autorita’ turche

Il BDP rilascia un comunicato sulla resistenza di Lice e di Karliova

La sezione provinciale di Diyarbakir del Partito della pace e della Democrazia(BDP) ha rilasciato un comunicato circa la popolazione che sta resistendo alla costruzione di nuove  postazioni militari Meskan, Silvan, Kanires (Karliova), Lice. Nel comunicato il BDP dichiara che la resistenza non e’ solo contro la costruzione di postazioni,

Dr. Nazan Üstündag*: Molte possibilità di resistenza

Nel periodo tra l’inizio delle rivolte di Gezi lo scorso 1 giugno e le elezioni amministrative del 30 marzo, in Turchia ci sono stati importanti sviluppi politici e sociali. Hanno portato al fatto che si sono formati tre diversi gruppi di opposizione sociale contro l’AKP.

ROJAVA- SIRIA

MASACRO TILELIYE: Un bimbo di un anno tra i bambini uccisi a Serêkaniyê

Sette bambini sono stati uccisi nel massacro fatto da bande dell’ISIS (Stato Islamico in Iraq e in Siria) nella regione di Serêkaniyê del Kurdistan occidentale giovedì scorso. Il più piccolo di questi bambini aveva un anno, il più grande 12.

Amnesty chiede all’ONU di intervenire sui massacri nel Rojava

Amnesty International ha chiesto all’ONU di agire per prevenire i massacri nel Rojava. Dopo il massacro di 15 civili nella regione di Serekaniye nel Kurdistan occidentali, tra i quali anche dei bambini, Amnesty International ha chiesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di portare la questione davanti alla Corte di Giustizia Internazionale.

Soldati turchi uccidono un’altra donna del Rojava vicino al confine

La notizia di un’altra morte è arrivata dal confine dopo il recente assassinio da parte della 28enne Saada Darwish da parte di soldati turchi davanti ai suoi due bambini e a suo padre Medhat Darwish vicino al villaggio di Kuştepe nel distretto di Cizre a Şırnak il 18 maggio ed il ferimento di Ali Özdemir che è stato ferito dopo che è stato aperto il fuoco contro di lui nel distretto di Kızıltepe di Mardin la stessa notte.

L’iniziativa curda verso il cambiamento democratico basato su unità e diversità

La crisi siriana si è intensificata nel mezzo di una violenza cieca oltre ogni limite. L’assenza di qualunque obiettivo e di soluzioni serie, sta portando il paese verso l’ignoto.

Le YPG sottoscrivono due convenzioni internazionali

Le Unita’ di difesa del popolo(YPG) hanno sottoscritto la convenzione internazionale che proibisce l’uso delle mine antiuomo,e la convenzione riguardante la protezione  dei civili e delle donne nel conflitto armato.Le YPG hanno anche accettato in linea di principio di non ammettere coloro che sono sotto i 18 anni nei propri ranghi.

Sviluppi rivoluzionari nell’agricoltura e nell’allevamento del bestiame nel Rojava

Nel Kurdistan occidentale si stanno riattivando l’agricoltura e l’allevamento di bestiame. Mentre aumenta la dimensione delle terre coltivate, viene sviluppato l’allevamento di bestiame e vengono create strutture per la produzione di latticini. Prodotti vietati sotto il regime Ba’ath sono già stati visti sul mercato.

Asayis – forze di autodifesa della società – non dello Stato

Con la rivoluzione in Rojava, le istituzioni di autogoverno della regione si sono dovute cimentare con una varietà di nuove attività, una delle quali è la creazione di una particolare forma di forze di sicurezza che dovrebbero soddisfare l’aspirazione sociale democratica dei consigli ed essere indipendenti dai partiti.

Mentre altri creano una rivoluzione militare, noi creiamo una rivoluzione della coscienza

L‘accademia Nuri Dersimi a Rimelan –  In ogni città un po’ più grande del Rojava c’è un‘accademia Nuri Dersimi.

Serê Kaniyê tra guerra e costruzione

Dall’11 al 13 maggio 2014 abbiamo visitato la città curda di Serê Kaniyê. Serê Kaniyê è una città che esprime in modo particolare la sofferenza e l’oppressione della popolazione curda. Per via della storia recente è stata chiamata „fortezza della resistenza“.

Elezioni presidenziali in Siria.

Le elezioni presidenziali hanno avuto inizio in Siria  sotto il controllo del regime. La votazione è iniziata questa mattina in 9.600 seggi elettorali nelle zone sotto il controllo del governo.

IRAN

 

Anche in Iran i curdi vogliono sperimentare una “terza via”

Creare i presupposti per una democratizzazione dell’Iran-  Questo articolo è un breve abbozzo di alcuni sviluppi in Iran e Rojhilat (Kurdistan orientale), che offre una panoramica della situazione in questa regione, finora poco descritta.

Stabilite le Unità di Difesa del Kurdistan Orientale (YRK)

Le Forze del Kurdistan Orientale (HRK) hanno tenuto la loro terza conferenza, annunciando d cambiare il proprio nome in YRK. L’HRK, anche conosciuto come l’ala militare del PJAK, ha discusso i recenti sviluppi in Kurdistan e nel Medio Oriente, durante la terza conferenza. È stata presa la decisione di cambiare il proprio nome e riorganizzare le forze armate come unità di difesa della neonata

IRAQ- KURDISTAN

Repressioni nel Kurdistan meridionale (KRG): il PDK conduce razzie contro l’opposizione

Comunicato stampa di Civaka Azad – Le forze di sicurezza del PDK (Partito Democratico del Kurdistan) il 19 maggio hanno condotto razzie contro diverse istituzioni politiche e arrestato almeno 25 esponenti dell’opposizione nelle città del Kurdistan meridionale/Iraq settentrionale di Hewler (Erbil), Dihok (Dohuk) e Zaxo. Le istituzioni colpite sono la rappresentanza del Congresso Nazionale del Kurdistan

Donne protestano per Dünya a Sulaymaniyah

Le donne hanno organizzato una protesta per Dünya, una ragazza di 15 anni, assassinata da suo marito a Sulaymaniyah, nel Kurdistan meridionale. Durante la protesta le donne hanno chiesto l’arresto e la condanna dell’assassino.

BDP: Omicidi di donne e bambini, una questione politica

L’Assemblea delle Donne del Partito della Pace e della Democrazia ha rilasciato una dichiarazione per condannare il recente delle uccisioni di donne e bambini in Turchia.

SPECIALE

HPG: messaggio per il 50° Anniversario delle Farc-Ep

Salutiamo i guerriglieri delle FARC dalle montagne di uno dei più antichi paesi del Medio Oriente,il Kurdistan! Salutiamo tutti i falchi della libertà! I guerriglieri per la libertà del Kurdistan salutano i seguaci latinoamericani del grande internazionalista Ernesto Che Guevara!

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud