Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Comunicato stampa dei Cobas No Referendum del 05 dicembre 2016

Postato il 6 Dicembre 2016 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

Il NO travolge Renzi, le sue politiche economiche e sociali, i suoi progetti autoritari.
Ora il NO sociale, democratico e antiliberista deve indicare un’opposta via d’uscita dalla crisi.

renziCon una partecipazione al voto che è andata oltre le attese, un gigantesco NO ha travolto Renzi e il suo governo, costretto alle dimissioni di fronte ad un dato numerico (uno scarto di ben 20 punti) che va al di là delle nostre più rosee aspettative ma soprattutto delle previsioni generali del mondo politico-istituzionale-massmediatico, a conferma che tale mondo è, nell’insieme, sempre più lontano dalla vita reale e che tra i suoi protagonisti nessuno ha più la misura dell’entità del malcontento popolare.

Seppur non in questa misura, noi eravamo molto fiduciosi nella vittoria del NO perché ritenevamo suicida la strategia di un capo di governo che, accecato dalla megalomania e dall’arroganza, osava, in un periodo di crisi profonda economica e sociale che dall’Italia si estende a gran parte dell’Europa, chiamare ad un referendum sulla propria persona e sull’insieme delle sue politiche governative.

Oggi in Europa nessun governo – e nessun leader – sopravviverebbe ad una sfida del genere: e solo l’accentramento di potere, senza freni o controlli da parte della propria comunità politica, può spiegare la cecità, nel tentare tale sfida, dell’uomo che addirittura Berlusconi ha definitivo “l’unico leader politico italiano”.

Leggio tutto il comunicato nel documento in allegato:

cobas-comun-stampa-no-referendum-05-12-2016

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Sabato 09 Novembre presso il Circolo Arci de La Vettola (PI) cena sociale ed incontro alle ore 21:30 con Rodrigo Rivas sulle attuali problematiche dell’America Latina (Cile, Ecuador, Bolivia)

Commenti recenti

    Tag Cloud