Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Aziende partecipate e appalti provinciali a rischio

Postato il 30 Gennaio 2015 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

ProvinciaIn questa città ormai si parla sempre meno di lavoro e si dimentica chi il lavoro lo ha perso, chi non riesce a trovarlo e quanti rischiano di andare a casa, per questo è calato il silenzio sul personale della Provincia, su quello delle aziende partecipate e sul personale degli appalti

Il Presidente-Sindaco Filippeschi ha  l’ obbligo politico e morale di farsi garante di una ricognizione in Provincia dei rapporti di lavoro nelle aziende partecipate (quanti sono, con quale contratto, con quale modalità di assunzione) e negli appalti alle dipendenze della provincia di Pisa.

Questa è la richiesta dei Cobas anche alla luce della proposta di legge presentata dalla Giunta Regionale in ordine al trasferimento a Regione e Comune di competenze già provinciali

Noi da sempre chiediamo di informare i cittadini su quanti soldi sono arrivati negli ultimi 20 anni da Bruxelles e sull’utilizzo che ne è fatto, su quanti posti di lavoro sono stati creati e quanti capitali sono stati invece destinati alle aziende private. Questo discorso vale per l’Aep della provincia di Pisa,  ma anche per molte aziende che hanno preso i finanziamenti pubblici e poi se lo sono data a gambe andando all’estero o licenziando

Il dubbio atroce è che i nostri soldi siano stati accordati ad aziende pubbliche e private che non hanno creato posti di lavoro.

Ecco perchè sarebbe bene sapere se i servizi ambiente dei comuni si avvalgono quale supporto della società energetica della provincia, e quali sono le intenzione dei comuni stessi, a partire da quello di Pisa.

Una ricognizione aiuterebbe a capire quanti sono i posti di lavoro a rischio e adoperarsi concretamente per salvarli.

Questo è il solo impegno concreto a difesa dell’occupazione senza chiacchere e promesse clientelari.

Cobas Provincia di Pisa

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud