Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Ato Costa: per sapere come sarebbe finita non serviva essere maghi

Postato il 2 Maggio 2016 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

ato_toscana_costaNon siamo maghi e non abbiamo la sfera di cristallo…. ma quanto accade oggi era stato da noi denunciato piu’ di un anno fa.

Il passaggio del personale a Retiambiente per l’ ato costa è ormai alle porte e  quanto sta succedendo in alcune aziende provinciali è solo il preludio dei problemi che  sorgeranno con la nascita della nuova società e l’arrivo di un socio privato a gestire il management .

Sono iniziate le pressioni  nei confronti dei lavoratori e del sindacato, giorno dopo giorno scopriamo che non sarà tutto rosa e fiori come annunciato sui giornali, insomma ci sono troppi alti livelli che faranno lievitare la spesa, la ricognizione del personale non ha tenuto conto di quanti negli ultimi anni hanno beneficiato di scatti di carriera

Da tempo chiediamo di sapere se la gestione del personale all’Aamps di Livorno sia stata una eccezione o la regola, sapere quanti sono i livelli medio alti in ogni azienda, collegare i livelli alle mansioni realmente svolte. Ci sono province con interi servizi esternalizzati a cooperative e aziende che inquadrano i lavoratori con contrati sfavorevoli, con una busta paga inferiore anche di 400 euro, del resto i processi di privatizzazione\esternalizzazione risultano convenienti solo se si frutta di piu’ e a basso costo la manodopera

Avere accettato e subito questi processi rende gran parte dei sindacati complici di un sistema costruito su appalti al ribasso e manodopera sottopagata con le aziende appaltanti piene di livelli elevati e progressioni di carriera dell’ultima ora che con la costituzione della nuova azienda rappresentano un problema. s

I nostri timori si stanno rilevando fondati e temiamo non solo ingiustifcati demansionamenti di massa ma anche il proliferare di provvedimenti disciplinari ai quali aggiungere un progressivo svilimento dei rapporti sindacali e l’assenza di reali tutele per il personale degli appalti.

Queste sono le ragioni per le quali i Cobas hanno palesato le loro obiezioni e contrarietà al processo in atto quando invece Cgil cisl Uil ne esaltavano i risultati. A distanza di mesi , la Cgil smentisce il suo ottimismo e alla Geofor prende posizione contro l’azienda parlando di demansionamenti ingiustificati, uso dei provvedimenti disciplinari ingiustificato

Mettere paura ai lavoratori di qualsiasi livello serve solo a creare un clima di terrore nel quale alcuni dirigenti, pagati da fondi pubblici, possano fare e disfare a loro piacimento.

E se questo è il preludio della situazione futura c’è da non stare allegri e mantenere alta la guardia

Cobas igiene ambientale  

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Archivi

Tag Cloud